Gli pneumatici, un elemento determinante per la sicurezza stradale - Etichettatura: gli pneumatici invernali frenano male sul bagnato?

Etichettatura: gli pneumatici invernali frenano male sul bagnato?

Sicurezza Pubblicato il 28/01/13 da Giuliano

Questo è quanto si legge qua e là sul web e quanto si potrebbe dedurre da un rapido esame della distribuzione delle etichette. Sicuramente, gli pneumatici estivi appaiono complessivamente meglio classificati rispetto agli invernali per quanto riguarda la frenata sul bagnato, ma va detto che il protocollo di test, così come definito dalla normativa europea, penalizza gli pneumatici invernali. Pertanto, prima di trarre conclusioni affrettate sulle prestazioni degli pneumatici invernali, vi invitiamo ad esaminare i risultati di uno studio da noi condotto su più di 15.000 pneumatici etichettati.

Frenata degli pneumatici invernali su suolo bagnato Gli pneumatici invernali frenano male sul bagnato - Diritti d'autore foto © : All Rights Reserved

Da alcuni mesi, Rezulteo provvede a una raccolta sistematica delle etichette degli pneumatici pubblicate su Internet dai produttori e distributori di pneumatici. Questa raccolta ha permesso di stabilire l’etichetta oggi più visualizzata su oltre 15.000 pneumatici differenti.


Frenata sul bagnato: gli pneumatici estivi sono classificati meglio degli invernali


Distribuzione delle classi di etichettatura degli pneumatici estivi e invernali
Poiché la distribuzione appariva frammentata, abbiamo adottato una presentazione cumulata dei risultati per meglio evidenziare la differenza tra pneumatici invernali e pneumatici estivi. Base: 15.000 pneumatici (fonte Rezulteo).

 C-E: gli assi del grafico rappresentano le varie combinazioni di classi rilevate per due criteri: la frenata sul bagnato (C) e l’efficienza energetica (E).

Classi dell'etichettatura degli pneumatici estivi e invernaliDiritti d'autore foto © : All Rights Reserved

Come si può vedere, la distribuzione delle etichette in base alla frenata sul bagnato e all’efficienza energetica, principali criteri di etichettatura, mostra un netto vantaggio dello pneumatico estivo rispetto a quello invernale.

 

Distribuzione degli pneumatici per la frenata sul bagnato 

Frenata su suolo bagnato*

A

A-B

A-B-C

A-B-C-E

Pneumatici estivi

10,3%

43,9%

89,5%

99,9%

Pneumatici invernali

5,8%

11,3%

66,1%

97,3%

* Percentuale di pneumatici appartenenti alle classi…

Se si considera la frenata sul bagnato, gli pneumatici estivi ottengono complessivamente valutazioni migliori. Circa il 44% degli pneumatici estivi sono classificati A o B, contro poco più dell’11% degli pneumatici invernali. E circa il 90% degli pneumatici estivi sono classificati A, B o C, contro poco più del 66% degli pneumatici invernali.

 

Questo significa che gli pneumatici invernali frenano male sul bagnato?

Assolutamente no. La differenza di prestazione rispetto agli pneumatici estivi si spiega principalmente per il modo in cui sono eseguiti i test.

Infatti, gli pneumatici invernali sono ottimizzati per le condizioni… invernali. La mescola di cui sono formati e il disegno del battistrada (numerose lamelle, scolpiture profonde…) sono pensati per garantire la massima aderenza su fondo freddo e scivoloso e favorire la trazione su neve e ghiaccio.

Ora, il protocollo previsto dalla normativa sull’etichettatura degli pneumatici stabilisce che i test per gli pneumatici invernali devono essere eseguiti a temperature comprese tra + 2° e + 20 °C. Poiché la massima efficacia di uno pneumatico invernale si esprime a temperature inferiori a 7°C, se ne deduce che il protocollo tende a sfavorire quest’ultimo.

E ciò vale ancora di più per gli pneumatici nordici, progettati per le bassissime temperature e le superfici innevate e ghiacciate. Per questo tipo di pneumatici, il criterio dell’efficacia di frenata sul bagnato non è certo il più pertinente. È quanto affermano certi marchi come Nokian specializzati in questo tipo di pneumatici.

Ricordiamo infine che gli pneumatici chiodati non rientrano nel campo dell’etichettatura europea degli pneumatici. 

 

Allora, come scegliere i giusti pneumatici invernali?

Tale constatazione ci porta a relativizzare l’importanza del criterio della frenata sul bagnato al momento di scegliere i propri pneumatici invernali. Insomma, è meglio allungare lo spazio di frenata sul bagnato di qualche metro quando le temperature sono superiori a 7°C o guadagnare qualche decina di metri su neve e ghiaccio? Questa è in sostanza la domanda che si deve porre il consumatore e a cui il consumatore deve dare risposta in base all’area geografica in cui vive e alla severità delle condizioni invernali che incontra… 

Distribuzione delle classi di etichettatura secondo i marchi 

Presentazione cumulata dei risultati. In questo grafico la distribuzione delle classi di etichettatura individua tre gruppi di marchi:

  • I marchi leader o premium 
  • I marchi intermedi
  • I marchi budget 

Classi dell'etichettatura per marcaDiritti d'autore foto © : All Rights Reserved

Infine, se si studia la distribuzione degli pneumatici invernali in base ai marchi, vediamo che, per la frenata sul bagnato, i marchi leader ottengono una migliore classificazione rispetto ai marchi intermedi e ai marchi budget. Niente di cui stupirsi, dal momento che i marchi leader lavorano moltissimo sull’equilibrio delle prestazioni…