Pneumatici verdi, risparmio di carburante, emissioni di CO2 - Pneumatici più piccoli per un miglior rendimento energetico

Pneumatici più piccoli per un miglior rendimento energetico

Ambiente Pubblicato il 24/05/11 da Giuliano

Nella 10a edizione del suo Challenge (nel 2010 in Brasile), Michelin aveva ampiamente sottolineato l'influenza positiva di uno pneumatico dal diametro ridotto sul rendimento energetico di un veicolo, presentando una Citroën C2 equipaggiata di pneumatici da 10 pollici (14 pollici nella versione originale). Poiché questo progetto è sempre attuale e rappresenta una via di ricerca e sviluppo per Michelin, è stato in modo naturale che questa tecnologia è stata riproposta al Challenge Bibendum del 2011.

Citroën C2 calza pneumatici Michelin Diritti d'autore foto © : All Rights Reserved

Questa soluzione tecnica, che ci ricorda le Austin Mini di una volta, è destinata essenzialmente alle city-car con vantaggi non trascurabili, come ad esempio la diminuzione delle masse non sospese. Tra un set di 4 cerchioni e pneumatici da 14 pollici e 10 pollici, si risparmiano 15 chilogrammi sulla bilancia, e praticamente 40 chilogrammi in movimento con l'inerzia liberata.

Michelin ha anche presentato una soluzione chiamata «Tall and narrow» destinata alle berline con un asse di sviluppo sulla larghezza dello pneumatico. Si tratta di ridurre notevolmente la larghezza del battistrada conservando al contempo un diametro elevato. L'obiettivo è quello di ridurre la resistenza al rotolamento e il livello acustico, migliorando al contempo il CX (coefficiente di penetrazione nell'aria).

Gli pneumatici Tail Narrow di MichelinDiritti d'autore foto © : All Rights Reserved

La vera e propria sfida tecnica sta nel poter, malgrado i vincoli di dimensioni, mantenere un livello di sicurezza elevato e compensare il dimensionamento con la mescola delle gomme, permettendo al contempo di diminuire la quantità di materia prima necessaria per la fabbricazione di uno pneumatico.

Queste soluzioni sono attualmente in corso di studio in collaborazione con case automobilistiche e prefigurano potenzialmente l'automobile di domani.

Lo pneumatico da 10 pollici alla prova

Realizzando questa C2 da 10 pollici, l'obiettivo di Michelin era chiaro: dimostrare che è possibile fare degli pneumatici più piccoli, quindi che richiedano meno materia prima, mantenendo al contempo un livello di sicurezza e di confort paragonabili alle prestazioni offerte dagli pneumatici di dimensioni convenzionali.

Citroen C2 pneumatici MichelinDiritti d'autore foto © : All Rights Reserved

La prova inizia con il test di una Citroën C2 nella sua configurazione d'origine, ossia con penumatici da 14 pollici. Si viaggia su un percorso tipo in cui si evolve ad un ritmo urbano con diversi segmenti, in particolare su tratti deformati. Questo primo passaggio doveva servire come base di paragone.

La seconda tappa della prova consiste nel mettersi al volante della stessa Citroën C2, ma calzata con pneumatici da 10 pollici. La prima constatazione è...che non succede assolutamente nulla! Al volante nulla permette di distinguere la guida della C2 dotata di pneumatici da 10 pollici dalla sua omologa calzata con pneumatici da 14 pollici. In tutti i punti l'auto offre prestazioni equivalenti, sia in termini di feeling, di comfort o di precisione di guida.

                                                                                     Leggi il seguito>

Come Michelin vede l'auto del futuro:

> Pneumatico anti-foratura Michelin 3S Concept

> Active Wheels e la pila a combustibile