Pneumatici verdi, risparmio di carburante, emissioni di CO2 - Pneumatico anti-foratura Michelin 3S Concept

Pneumatico anti-foratura Michelin 3S Concept

Ambiente Pubblicato il 24/05/11 da Giuliano

La tecnologia degli pneumatici anti-foratura non è una novità in sé, ma il 3 S Concept innova proponendo una soluzione tecnica rivoluzionaria. La vera e propria innovazione è l'uso di un polimero specifico che permette alla gomma di avere proprietà anti-foratura senza dover utilizzare un'appendice annessa. Lo pneumatico offre un composto di gomma inedito, in grado di tappare immediatamente un buco formatosi nel battistrada, senza che ciò provochi una caduta di pressione.

Le Michelin 3S Concept, i pneumatici che "si auto-riparano". Diritti d'autore foto © : All Rights Reserved

Questo nuovo tipo di gomma permette, inoltre, di mantenere una bassa resistenza al rotolamento e una buona longevità, offrendo al contempo un volume acustico relativamente basso.

Fino ad ora, gli pneumatici anti-foratura usavano una striscia appiccicosa posizionata all'interno dello pneumatico. I più conosciuti sono il Kleber Protectis, il Continental Sealant, il Goodyear Duraseal e lo pneumatico Finixx di cui abbiamo presentato tutti i segreti in questa pagina: pneumatico anti-foratura Finixx: miracolo o inganno?

All'epoca avevamo descritto questa tecnologia in modo poco lusinghiero:

•   Una certa difficoltà nell'equilibrare questi pneumatici.

•   Con il tempo lo strato interno si indurisce e diventa meno efficace col passare dei chilometri.

•   Pneumatico più pesante

•   Più resistenza al rotolamento, rendimento energetico inferiore

•   Vibrazione possibile quando lo pneumatico è freddo...

Pascal Couasnon, direttore tecnico Michelin, ci spiega che lo pneumatico 3S Concept non ha assolutamente nulla a che vedere sul piano tecnico con gli pneumatici citati sopra e che questa nuova tecnologia non comporta assolutamente questi vincoli.

Anche se questo tipo di pneumatico può offrire una certa tranquillità, la sua pertinenza è limitata in Europa, in cui le probabilità di forare sono di 1 volta ogni 75.000 chilometri, contro 1 volta ogni 3.000 chilometri in alcuni paesi asiatici. Michelin ci ha spiegato chiaramente che sono proprio i paesi emergenti a trarre un vantaggio reale da questa nuova tecnologia.

Le 3S Concept di MichelinDiritti d'autore foto © : All Rights Reserved

Questa soluzione, ancora in fase di studio, potrebbe potenzialmente essere commercializzata per le prossime generazioni di pneumatici.

< Articolo precedente                                                   Articolo seguente>

Come Michelin vede l'auto del futuro:

> Pneumatici più piccoli per un miglior rendimento energetico

> Active Wheels e la pila a combustibile