Pneumatici invernali: consigli pratici per guidare in totale sicurezza - Test di un prototipo invernale di Bridgestone: prestazioni promettenti

Test di un prototipo invernale di Bridgestone: prestazioni promettenti

Pneumatici invernali Pubblicato il 01/04/12 da Giuliano

Grip laterale, trazione, frenata: in tutte le prove, il prototipo presentato da Bridgestone mostra risultati superiori al Blizzak LM30, uno dei fiori all’occhiello della gamma invernale Bridgestone. Un’istruttiva dimostrazione di competenza e capacità.

Test al Swedish Proving Ground Bridgestone Diritti d'autore foto © : Bridgestone

Per offrirci un saggio dei prossimi prodotti invernali, Bridgestone ci ha permesso di testare uno dei suoi prototipi e di confrontarlo con il Blizzak LM30, uno dei capisaldi del marchio. Tanto per variare le sensazioni di guida, ci hanno proposto varie prove: pista di velocità sinuosa, pista su ghiaccio a ostacoli, tracciato di montagna… Ecco le conclusioni del test.

Grip laterale: un sensibile miglioramento nella prova su circuito di velocità, caratterizzato da curve e leggere pendenze. Stessa costatazione sul tracciato di montagna: il prototipo permette di aumentare la velocità e dà una sensazione di maggiore sicurezza. La differenza di potere direzionale è evidente: i cambi di direzione sono gestiti meglio, con una riduzione del sottosterzo e del sovrasterzo (alleggerimento dell’avantreno e del retrotreno).

Trazione: sul ghiaccio puro, solo gli pneumatici chiodati possono offrire una trazione soddisfacente. Tuttavia, in questa prova, il prototipo si rivela assolutamente adeguato.

Frenata: sia su ghiaccio che su neve fresca o compatta, con il prototipo si riducono nettamente gli spazi di frenata pur mantenendo un potere direzionale migliore rispetto al Blizzak LM30.

Bilancio: gli ingegneri Bridgestone hanno dimostrato di possedere valide argomentazioni. Resta da sapere se questo prototipo ottimizzato per le sue qualità invernali presenta un equilibrio di prestazioni soddisfacente…

Leggi anche