Guide pratiche per acquistare i propri pneumatici - I vari tipi di pneumatici

I vari tipi di pneumatici

Acquista il meglio per i tuoi pneumatici Giorgia

La famiglia degli pneumatici per auto comprende varie categorie. La categoria principale è legata alle condizioni climatiche: estate o inverno. Una seconda categoria tiene conto delle condizioni d’uso: stradale, competizione o fuoristrada. Infine, alcuni pneumatici presentano caratteristiche importanti da conoscere: Run Flat, disegno asimmetrico del battistrada…

I tipi di pneumatici Esistono vari tipi di pneumatici, esaminiamoli in dettaglio - Diritti d'autore foto © : iStockphoto.com/rezulteo.com

Scegliete il tipo di pneumatico adatto alle vostre esigenze:

1- La scelta degli pneumatici in base alle condizioni climatiche

Pneumatici estivi

Pneumatici invernali

Pneumatici nordici

  >> Pneumatici chiodati, chiodabili

Pneumatici quattro stagioni

2- La scelta degli pneumatici in base alle condizioni d’uso

Pneumatici per autovetture e condizioni di circolazione

   >> Pneumatici simmetrici, asimmetrici e direzionali

   >> Pneumatici ecologici

Pneumatici ad alte prestazioni e condizioni di circolazione

Pneumatici 4x4 e condizioni di circolazione

Pneumatici per veicoli commerciali/furgoni/camper e condizioni di circolazione 


3- Le opzioni possibili

Pneumatici rinforzati

Pneumatici Run Flat

 

1- La scelta degli pneumatici in base alle condizioni climatiche


Pneumatici estivi


Sono gli pneumatici di riferimento, progettati per esprimersi con temperature superiori a 7°C. Al di sotto di questa temperatura, la gomma s’indurisce e perde le sue qualità di flessibilità e aderenza.

Sopra i 7°C, gli pneumatici estivi sono a loro agio sia sull’asciutto che sul bagnato.

Guida sull’asciutto

Su fondo asciutto, la precisione di guida è maggiore se la scultura del battistrada è più rigida. Ecco perché le gomme da competizione sono lisce (pneumatici slick). La rigidità dipende da vari fattori:

  • Il profilo dello pneumatico. Un profilo piatto con spalle squadrate garantisce un buon assetto, in particolare negli appoggi in curva.
  • Il tasso di intaglio. Una minore presenza di vuoti nel battistrada aumenta la superficie di gomma a contatto con il suolo e quindi il livello di aderenza.
  • Tasselli massicci. La presenza di tasselli grandi e massicci riduce la mobilità della scultura.
  • Lamelle autobloccanti. Le lamelle, utili per il drenaggio dell’acqua, riducono la rigidità della scultura (effetto artiglio). Per evitare questo inconveniente, alcuni produttori offrono una complessa tipologia di lamelle.

Guida sul bagnato

Uno pneumatico fortemente scolpito sarà più efficace sul bagnato. Infatti, i canali presenti sul battistrada drenano l’acqua che si frappone tra l’area di contatto e la superficie stradale, aumentando l’aderenza della gomma. Il comportamento di uno pneumatico sul bagnato dipende dalle caratteristiche della scultura.

  • Il tasso d’intaglio. Maggiore è il tasso d’intaglio della scultura del battistrada, maggiore è la capacità del battistrada di drenare l’acqua (uno pneumatico di media dimensione espelle circa 15 litri di acqua al secondo).
  • La forma e la disposizione. Simmetrico, direzionale o asimmetrico, il disegno della scultura del battistrada influisce sulla velocità di espulsione dell’acqua dall’area di contatto.
  • La lamellatura. Spigoli e lamelle del battistrada contribuiscono al drenaggio dell’acqua svolgendo un’azione simile a quella di un tergicristalli.

 

Pneumatici invernali

 

È ancora ampiamente diffusa l’idea che gli pneumatici invernali siano necessari solo con la neve, da qui l’uso del nome “pneumatici neve”. In realtà, gli pneumatici invernali sono pneumatici ottimizzati per temperature inferiori a 7°C.

Infatti, a differenza degli estivi, la mescola degli pneumatici invernali resta elastica anche alle basse temperature e il battistrada più intagliato migliora la trazione e la frenata quando le temperature precipitano. 

  • Mescola. La mescola degli pneumatici invernali contiene silice e caucciù che preservano l’elasticità della gomma alle basse temperature e assicurano una buona aderenza.
  • Intaglio. Gli pneumatici invernali possiedono scanalature profonde che favoriscono il rapido drenaggio dell’acqua e della neve.
  • Lamellatura. Il tasso di lamellatura di uno pneumatico invernale può essere cinque volte superiore a quello di uno pneumatico estivo. Infatti, le lamelle fungono da ramponi e migliorano la capacità di trazione. Gli spazi di frenata si accorciano e si riduce il rischio di derapata e aquaplaning.

     
         
Pneumatici nordici
 

Gli pneumatici nordici sono progettati per affrontare temperature inferiori a –10°C e strade innevate e ghiacciate per buona parte dell’anno.

 

           >> Pneumatici chiodati, chiodabili 

I chiodati sono pneumatici invernali o nordici con sporgenze metalliche inserite nel battistrada per garantire una migliore aderenza su neve e ghiaccio. In alcuni paesi europei sono vietati. I chiodabili sono pneumatici che offrono la possibilità di inserire o togliere i chiodi in base alle condizioni della strada.

 >> La guida agli pneumatici invernali

 

Pneumatici quattro stagioni

 

Detti anche pneumatici misti o per tutte le stagioni, gli pneumatici quattro stagioni si presentano come un compromesso tra gli invernali e gli estivi. Senza raggiungere il livello di prestazioni degli pneumatici specializzati, sono progettati per offrire prestazioni di medio livello in condizioni climatiche di ogni tipo, preferibilmente in regioni caratterizzate da inverni poco rigidi.

Esistono pneumatici estivi, invernali e quattro stagioni per veicoli di ogni tipo (autovetture, 4x4, auto sportive e veicoli commerciali) e per ogni uso (città, strada, fuoristrada...).

La scelta degli pneumatici non dipende solo dalle stagioni, ma anche dal veicolo, dal tipo di utilizzo e da alcune specifiche caratteristiche pensate per offrire migliori prestazioni e condizioni di guida.

Torna all’indice

 

2- La scelta degli pneumatici in base alle condizioni di utilizzo


Pneumatici per autovetture

 Cos’è uno pneumatico asimmetrico?

Lanciato alla fine degli anni ‘60 con il Michelin XAS, lo pneumatico asimmetrico parte dal presupposto che il battistrada non lavora allo stesso modo sui lati interno ed esterno. Differenziando così le aree dello pneumatico, si ottiene un netto miglioramento delle prestazioni in termini di tenuta di strada e aderenza. Tutti i grandi produttori offrono pneumatici di questo tipo.

 

 

Le condizioni di circolazione degli pneumatici per autovetture.

=> Pneumatici Auto Sport. Questa categoria comprende gli pneumatici per auto sportive, dalle compatte GTI alle supercar di lusso.

Gli pneumatici Auto Sport devono essere in grado di sopportare le forti sollecitazioni di una guida sportiva e di un motore potente, ovvero devono presentare:

  • un’aderenza eccezionale a velocità elevata sia nei rettilinei che in curva;
  • un comportamento impeccabile su fondo bagnato, soprattutto in frenata;
  • precisione di sterzata, garantita in particolare dalla rigidità del battistrada a velocità elevata.

=> Pneumatici Auto Strada. In questo segmento troviamo gli pneumatici per i veicoli stradali, dalle berline compatte alle monovolume passando per le grandi stradiste e le familiari.

Gli pneumatici Auto Strada devono essere adeguati alle condizioni di circolazione stradale e autostradale, ovvero devono presentare:

  • una buona tenuta di strada a velocità elevata sia nei rettilinei che in curva;
  • un comportamento impeccabile su fondo bagnato, soprattutto in frenata;
  • comfort di guida in fatto di assorbimento delle vibrazioni e bassa rumorosità da rotolamento;
  • una bassa resistenza al rotolamento per ridurre i consumi di carburante e le emissioni di gas a effetto serra.

=> Pneumatici Auto Città. In questa categoria troviamo gli pneumatici per le city car e le auto compatte.

Gli pneumatici Auto Città devono essere adeguati alle condizioni della circolazione urbana, ovvero devono presentare:

  • una buona resistenza all’usura per mantenere nel tempo le proprie performance dopo migliaia di frenate e partenze, e agli urti per fronteggiare i bordi dei marciapiedi;
  • una bassa resistenza al rotolamento per ridurre i consumi di carburante e le emissioni di gas a effetto serra.

 

Pneumatici Ultra High Performance

Gli pneumatici ad alte prestazioni sono destinati a veicoli potenti, berline di alta gamma e coupé sportivi. Come si deduce dal nome, questi pneumatici offrono prestazioni eccezionali in termini di tenuta di strada, aderenza e stabilità in curva. Essi sono a loro agio sia sull’asciutto che sul bagnato.

Gli pneumatici Ultra High Performance hanno indici di velocità V, W, Y o Z corrispondenti a velocità massime comprese tra 240 e più di 300 km/h.

Alcuni produttori sviluppano pneumatici su misura per i modelli di alta gamma delle case automobilistiche. È ad esempio il caso di Michelin, che equipaggia la Porsche Carrera GT e la Mercedes-Benz SLR McLaren.

 

Gli pneumatici 4x4

In questa categoria troviamo tre tipi di pneumatici. I polivalenti, ossia pneumatici adatti sia in città, che su strada e fuoristrada, i veri pneumatici da fuoristrada, per avventurarsi su terreni scoscesi e superare agevolmente gli ostacoli, e gli pneumatici per i SUV progettati essenzialmente per circolare in città.

=> Pneumatici 4x4 Uso Misto. In questa categoria troviamo gli pneumatici destinati ai veicoli 4x4 per uso su strada e fuoristrada.

Gli pneumatici 4x4 Uso Misto devono essere polivalenti, ovvero devono presentare:

  • un comportamento soddisfacente su strada e in particolare buone prestazioni sul bagnato;
  • una trazione sufficiente su ghiaia, pietrisco e superfici morbide;
  • una struttura rinforzata per sopportare il peso importante di questo tipo di veicoli.

 

=> Pneumatici 4x4 Off-road. In questa categoria troviamo gli pneumatici destinati ai veicoli 4x4 progettati per superare gli ostacoli più difficili.

Gli pneumatici 4x4 Off-road devono trasmettere la trazione del motore su terreni di ogni tipo e resistere alle aggressioni delle superfici accidentate, ovvero devono presentare:

  • una motricità eccezionale su fango e pietrisco e nelle forti pendenze;
  • una struttura rinforzata per sopportare il peso importante di questo tipo di veicoli e le molteplici aggressioni del terreno.

=> Pneumatici 4x4 SUV. In questa categoria troviamo gli pneumatici destinati ai SUV e agli altri veicoli a trazione integrale concepiti per un utilizzo principalmente stradale.

Gli pneumatici 4x4 SUV devono essere adeguati ai motori potenti e al peso elevato di questo tipo di veicoli, ovvero devono presentare:

  • una buona tenuta di strada a velocità elevata sia nei rettilinei che in curva;
  • un comportamento impeccabile su fondo bagnato, soprattutto in frenata;
  • una struttura rinforzata per sopportare il peso importante di questo tipo di veicoli.

 

Alcuni pneumatici 4x4 dispongono del marchio M+S (Mud and Snow) che sta ad indicare la possibilità di utilizzo su fango e neve.

>> Come leggere la marcatura di uno pneumatico?

 

Pneumatici Veicoli Commerciali/Furgoni/Camper

In questo categoria troviamo gli pneumatici destinati ai veicoli commerciali, ai furgoni e ai camper.

Gli pneumatici Veicoli Commerciali/Furgoni devono soddisfare determinati requisiti di sicurezza, comfort e longevità, ovvero devono presentare:

  • un comportamento soddisfacente su strada e in particolare buone prestazioni sul bagnato;
  • una robustezza superiore, per resistere agli urti e ai carichi elevati;
  • comfort di guida in fatto di silenziosità e assorbimento delle vibrazioni.

Alcuni pneumatici per veicoli commerciali/furgoni sono riconoscibili grazie alla lettera C presente sul fianco.

>> Per trovare il giusto pneumatico del vostro veicoloconsultate il nostro elenco on line

Le opzioni pneumatici o marcature offerte dai produttori possono essere disponibili su pneumatici di ogni tipo, distinti per stagione, tipo di veicolo e utilizzo.

Torna all’indice



3- Le opzioni pneumatici

 

Pneumatici rinforzati

Sono pneumatici rinforzati con indice di carico più elevato in grado di sopportare carichi maggiori e destinati a grosse berline, auto familiari, SUV e piccoli veicoli commerciali. Questo tipo di pneumatici è riconoscibile grazie a una dicitura sul fianco, diversa da produttore a produttore: XL, Rinforzato, RF, Extra Load o Reinforced.

 

Pneumatici Run Flat 

I Run Flat sono pneumatici autoportanti che in caso di foratura permettono di continuare la marcia entro certi limitiI fianchi rinforzati evitano l’afflosciamento improvviso dello pneumatico in caso di perdita di pressione. La maggior parte dei grandi produttori offrono pneumatici di questo tipo. Essi sono riconoscibili grazie a una dicitura sul fianco diversa da produttore a produttore: EMT (Dunlop/Goodyear), SSR (Continental), Run on Flat (Pirelli), RFT (Bridgestone), ZP (Zero Pressure per Michelin)...

In caso di foratura, riducono la possibilità di stallonamento dello pneumatico dal cerchio e quindi il rischio di perdita di controllo del veicolo. Questo sistema permette di percorrere fino a 80 km alla velocità massima di 80 km/h senza dover sostituire lo pneumatico forato.

Torna all’indice

Il consiglio di Rezulteo

Si raccomanda di montare sempre quattro pneumatici dello stesso tipo.


Leggi anche

>> Quali pneumatici per il mio ambiente di guida?
>> Quali pneumatici per il mio veicolo?