L'etichettatura degli pneumatici: istruzioni per l'uso - Gli obiettivi dell’etichettatura degli pneumatici

Gli obiettivi dell’etichettatura degli pneumatici

L'etichettatura degli pneumatici: istruzioni per l'uso Giuliano

L’etichettatura degli pneumatici è stata decisa nel 2009 dalla Commissione europea. Il dispositivo ha un triplice obiettivo: aiutare il consumatore nella scelta degli pneumatici, migliorare la sicurezza stradale e ridurre l’impatto ambientale legato agli pneumatici.

Etichettatura europea degli pneumatici Etichettatura europea degli pneumatici - Diritti d'autore foto © : Rezulteo

Dal 1° novembre 2012, tutti gli pneumatici per autovetture, 4x4, SUV, veicoli commerciali e mezzi pesanti prodotti dal 1° luglio 2012 e venduti in un paese dell’Unione europea devono esporre un’etichetta standard. L’etichetta fornisce informazioni al consumatore su tre prestazioni dello pneumatico: il consumo di carburante, la frenata sul bagnato e la rumorosità da rotolamento esterna.

Criterio centrale per Bruxelles: l’efficienza energetica dello pneumatico

Sicuramente lo avrete notato: la forma e i codici colore utilizzati dall’etichetta ricordano l’etichetta energetica degli elettrodomestici, delle automobili e delle abitazioni. Non è un caso. Con questa normativa, il legislatore europeo ha voluto sensibilizzare gli automobilisti rispetto a un criterio fino ad oggi trascurato: l’efficienza energetica dello pneumatico. In altre parole, il contributo dello pneumatico al consumo di carburante del veicolo e quindi alle emissioni di CO2.

Grazie all’etichetta, i consumatori possono acquistare facilmente pneumatici ben classificati in termini di efficienza energetica. Il vantaggio è doppio: da una parte, i consumatori risparmiano carburante; dall’altra, contribuiscono a ridurre le emissioni di gas a effetto serra.

Altri parametri: la sicurezza e la qualità della vita

L’etichetta europea degli pneumatici evidenzia anche la frenata sul bagnato e la rumorosità da rotolamento esterna, prestazioni legate rispettivamente alla sicurezza e alla qualità della vita.

Con l’etichettatura europea degli pneumatici, il consumatore dispone dunque di maggiori informazioni. Grazie all’etichetta, il consumatore può confrontare gli pneumatici tra loro su altri aspetti oltre al prezzo e al marchio, diventando più autonomo nella scelta degli pneumatici da acquistare.

Per saperne di più

>> Il sito della Commissione europea

Leggi anche

>> I criteri dell’etichettatura