Guide pratiche degli pneumatici in inverno - ABS, ESP, ASR: che dire dei sistemi di assistenza alla guida sulla neve?

ABS, ESP, ASR: che dire dei sistemi di assistenza alla guida sulla neve?

I tuoi pneumatici in inverno Giuliano

I sistemi elettronici di assistenza alla guida trovano sempre maggiore impiego presso le case costruttrici. Se da un lato essi migliorano sensibilmente la sicurezza attiva del veicolo in via ordinaria, sulla neve possono riservare alcune sorprese. Ecco alcuni consigli per preservarne l’efficacia durante l’inverno.

Gli aiuti alla guida su neve Gli aiuti alla guida in condizioni invernali - Diritti d'autore foto © : All Rights Reserved

Sullo stesso argomento

I sistemi elettronici di assistenza alla guida, in passato riservati ai veicoli di alta gamma, oggi equipaggiano un numero crescente di auto. Antibloccaggio delle ruote in frenata (ABS), assistenza alla frenata d’emergenza (AFE), antislittamento delle ruote (ASR) e correzione di traiettoria (ESP) sono i più diffusi. Questi sistemi sofisticati, che agiscono sul motore e sui freni, permettono al conducente di mantenere il controllo del veicolo in situazioni di emergenza.

Se la loro utilità è fuori discussione su fondo asciutto o bagnato, sulla neve tali sistemi possono a volte reagire in modo imprevedibile. Dunque vanno disattivati quando è possibile? Assolutamente no. Tali sistemi, se associati a pneumatici invernali performanti, migliorano sensibilmente l’aderenza e la trazione delle ruote.

 

L’ABS evita la derapata ma aumenta la distanza di arresto

 
Fatta eccezione per le auto con oltre 10 anni di età, l’antibloccaggio delle ruote in frenata funziona correttamente sulla neve. In contropartita, raddoppia la distanza di arresto, che addirittura triplica su alcune superfici. Un invito a ridurre la velocità e ad anticipare i rallentamenti.

Tuttavia, l’ABS può reagire male in caso di diversa aderenza tra le ruote destre e le sinistre. Per esempio, quando la neve interessa solo metà carreggiata. Alcune reazioni parassite si possono notare anche su strade particolarmente gibbose.

 

L’ESP: da disattivare all’avvio in caso di scarsa aderenza

 
La funzione di correzione della traiettoria serve a mantenere, nei limiti del possibile, l’auto sulla strada. Il sistema riduce sia il rischio di sottosterzo (slittamento dell’avantreno) che di sovrasterzo (slittamento del retrotreno). Quando le ruote non rispondono più ai movimenti del volante, l’ESP interviene agendo sulla ruota o sulle ruote interessate per recuperare l'aderenza.

L’ESP reagisce bene sulla neve quando l’auto è in movimento. Invece, in avvio, la funzione antislittamento del sistema può, in determinate condizioni, bloccare l’auto. Per esempio, in caso di carreggiata particolarmente ghiacciata o di partenza in salita. Gli ESP recenti possiedono una posizione che autorizza un leggero pattinamento in caso di neve. Con i più vecchi, basterà disattivare il sistema alcuni istanti e riattivarlo dopo che l'auto è partita.

 

Pneumatici invernali concepiti per ottimizzare l’azione dei sistemi di assistenza alla guida

 
Oggi, in considerazione dell’ampia diffusione dei sistemi elettronici di assistenza alla guida, i produttori propongono pneumatici invernali che ne migliorano l’effetto.

È il caso in particolare di Continental, con la sua gamma ContiWinterContact. Il modello TS 830 P è infatti equipaggiato di lamelle sinusoidali apposite che tendono a unificare le forze longitudinali e laterali. Abbiamo potuto verificarne l’efficacia sul circuito del Trophée Andros dell’Alpe di Huez.

>> Prova degli pnuematici ContiWinterContact TS 830 P all’Alpe di Huez.