Guide pratiche degli pneumatici in inverno - Utilizzare correttamente gli pneumatici invernali chiodati

Utilizzare correttamente gli pneumatici invernali chiodati

I tuoi pneumatici in inverno

Gli pneumatici chiodati migliorano l’aderenza su fondo innevato e ghiacciato, ma la loro efficacia rispetto agli pneumatici invernali non chiodati è dimostrata solo a temperature comprese tra – 8°C e 0°C.

Scultura di pneumatici chiodati Battistrada degli pneumatici chiodati X-Ice North - Diritti d'autore foto © : All Rights Reserved

Gli pneumatici chiodati sono pneumatici invernali con sporgenze metalliche inserite nel battistrada per garantire una migliore aderenza su neve e ghiaccio.

La qualità di uno pneumatico chiodato dipende dalla durezza e dalla quantità dei chiodi, dal sistema di innesto e dalla solidità del fissaggio (rischio di distacco dei chiodi).

La loro superiorità rispetto agli pneumatici invernali non chiodati è dimostrata solo a temperature comprese tra –8°C e 0°C, secondo gli esperti Michelin .

Svantaggi degli pneumatici chiodati: sono rumorosi e si usurano rapidamente a contatto con il manto stradale privo di copertura nevosa o ghiacciata. Inoltre, questi pneumatici non hanno una buona aderenza su fondo bagnato.

Pneumatico invernale chiodato Kleber Kapnor 5 (© rezulteo)

 

La normativa sugli pneumatici chiodati

Gli pneumatici chiodati sono autorizzati dal 15 novembre al 15 marzo per i veicoli al di sotto di 3,5 tonnellate. Il limite di velocità è di 90 km/h su strade extraurbane e 100 km/h in autostrada. Tutte le ruote devono essere equipaggiate e devono essere applicate bavette paraspruzzi dietro le ruote posteriori.