Guide pratiche per mantenere al meglio i propri pneumatici - Controllate gli pneumatici prima di partire in vacanza.

Controllate gli pneumatici prima di partire in vacanza.

La manutenzione degli pneumatici Pubblicato il 08/01/12

Per affrontare con tranquillità la strada delle vacanze, è necessario eseguire un certo numero di controlli sul veicolo, prima della partenza. Si comincia dagli pneumatici: la vostra sicurezza dipende, infatti, in gran parte da loro. Pressione, usura, ruota di scorta, assicurazione anti-foratura… la check-list dell’automobilista previdente.

Caricamento di un'automobile Bisogna anche pensare ai propri pneumatici prima della grande partenza per le vacanze! - Diritti d'autore foto © : iStockphoto.com/rezulteo

Oltre la metà degli europei, ben il 54%, utilizzano la propria auto per le proprie vacanze estive. Tra questi uno su due percorre più di 1000 km. Spesso, si tratta del viaggio più lungo dell’anno. Questi sono i risultati di uno studio sulle abitudini di comportamento degli automobilisti di 15 paesi europei realizzato nel maggio 2011  dall’istituto APCO Insight per conto del gruppo Goodyear-Dunlop Europa. Tenendo dell’impatto che le gomme hanno sulla sicurezza dell’auto come anche sul consumo della benzina, e di conseguenza delle emissioni di C02, è fondamentale verificare che le gomme siano sempre ben gonfie e in buono stato prima di mettersi in strada.

La check-list dell'automobilista pravidente

Checkbox IcôneUsura degli pneumatici
Checkbox IcônePressione degli pneumatici
Checkbox IcôneRuota di scorta
Checkbox IcôneLivelli, gruppi ottici e tergichristalli 
Checkbox IcôneCamper e rimorchi

Usura degli pneumatici

La prima cosa da verificare è lo stato di usura degli pneumatici e per fare questo non basta una semplice occhiata.

  • È necessario controllare che il battistrada non abbia raggiunto l’indicatore di usura e che i fianchi degli pneumatici non presentino tagli, screpolature o deformazioni.
  • Inoltre, passando la mano sulla superficie dello pneumatico, controllare che non presenti altre anomalie o usure irregolari.
  • La partenza per le vacanze può essere l’occasione per invertire gli pneumatici anteriori e posteriori garantendo un'usura più uniforme.

>> Saperne di più sull’usura degli pneumatici

Pressione degli pneumatici

Controllo della pressione degli pneumaticiDiritti d'autore foto © : Horace Ko

Dopo aver verificato le condizioni delle gomme, è necessario controllare che siano gonfiate correttamente. Un’indagine, promossa da Bridgestone nel maggio 2013, mostra che quasi otto automobilisti euopei su 10 guidano con degli pneumatici sgonfi. Un risultato preoccupante visto che uno pneumatico particolarmente sgonfio può scoppiare ad alta velocità, soprattutto in autostrada.

Inoltre, una pressione molto bassa determina un’usura prematura degli pneumatici e un maggior consumo di carburante.

Infine, in caso di carico elevato del veicolo – c

ome spesso capita quando si va in vacanza – si raccomanda di aggiungere 0,2-0,3 bar di pressione per evitare lo scoppio degli pneumatici.

>> Saperne di più sulla pressione degli pneumatici

Ruota di scorta

Ruota di scorta e cricDiritti d'autore foto © : All Rights Reserved

Anche se la foratura dello pneumatico è un evento sempre più raro (ogni 75.000 km, secondo Michelin), è di fondamentale importanza controllare che la ruota di scorta sia in condizione di viaggiare e che siano presenti gli strumenti necessari per effettuare la sostituzione della ruota difettosa.

Se la vostra auto non è dotata di ruota di scorta, ma di una bomboletta anti-foratura, controllate la data di scadenza della bomboletta.

Inoltre, se la vostra assicurazione auto o sottoscritta al momento dell’acquisto degli pneumatici include un servizio di assistenza in caso di foratura, non dimenticate di tenere tra i documenti del veicolo il numero di telefono da chiamare in caso di emergenza. 

Le altre cose da verificare

Controllo del livello dell'olioDiritti d'autore foto © : All Rights Reserved

Una volta effettuato il controllo degli pneumatici, potrete passare al controllo delle altre parti importanti del veicolo: freni, motore, tergicristalli, luci e indicatori di direzione…

  • I livelli. È indispensabile verificare il livello dei vari liquidi necessari al buon funzionamento del veicolo:
    • Olio motore: controllo visivo con l’asta di livello.
    • Liquido di raffreddamento: controllo visivo sul serbatoio (a motore freddo).
    • Liquido dei freni: controllo visivo sul serbatoio.
    • Liquido del servosterzo: controllo visivo sul serbatoio.
    • Liquido del tergicristallo: controllo visivo sul serbatoio.
    • I dispositivi ottici. Devono essere puliti e in buono stato. Controllate tutti i fari e gli indicatori di direzione.
    • I tergicristalli. Controllate che la gomma sia ancora morbida e approfittatene per verificare che il parabrezza non presenti scheggiature che potrebbero indebolirlo.

Roulotte e rimorchi

Roulotte e rimorchiDiritti d'autore foto © : iStockphoto.com/rezulteo
Se si trasporta un camper o un rimorchio, ecco qualche consiglio da seguire per evitare che uno pneumatico scoppi, cosa sempre pericolosa, in particolare sull’autostrada.

  • Rispettate le indicazioni di velocità e di carico massime previste dal costruttore della roulotte o del rimorchio.
  • Se viaggiate a lungo al limite della capacità di carico, si raccomanda di utilizzare pneumatici rinforzati (reinforced).
  • La pressione di gonfiaggio di riferimento è in genere di 2,5 bar per uno pneumatico standard e di 3 bar per uno pneumatico rinforzato. Essa dovrà essere aumentata di 0,5 bar in caso di carico pesante. Ovvero 3 bar per uno pneumatico standard e 3,5 bar per uno pneumatico rinforzato.
  • Anche se hanno viaggiato poco, gli pneumatici di roulotte e rimorchi non devono fare più di 5 stagioni. Infatti, essi tendono a deformarsi nei periodi di inattività. Se presentano dei piccoli tagli vicino al cerchio, non esitate a cambiarli.  

 

I consigli di guida

Oltre ai consigli di prudenza dispensati dalla Prevenzione stradale alla vigilia delle vacanze, è opportuno ricordare che l’estate è una stagione a rischio temporali. Con forti precipitazioni, le sostanze oleose e grasse che si sono accumulate sulla carreggiata possono provocare come minimo un allungamento della distanza di arresto e nella peggiore delle ipotesi fenomeni di aquaplaning e di perdita di controllo del veicolo. Si consiglia dunque di ridurre notevolmente la velocità in caso di temporale o di approfittarne per fare una pausa nell’area di servizio più vicina.