Guide pratiche per mantenere al meglio i propri pneumatici - Pressione degli pneumatici: da controllare una volta al mese

Pressione degli pneumatici: da controllare una volta al mese

La manutenzione degli pneumatici

Sottoposti a forze notevoli, col passare del tempo i vostri pneumatici perdono un po' d'aria. Ecco perché si raccomanda di verificare la loro pressione regolarmente. E' un'operazione importante per la vostra sicurezza e anche per evitare un'usura prematura degli pneumatici.

La pressione degli pneumatici Ricordatevi di verificare la pressione dei vostri pneumatici regolarmente! - Diritti d'autore foto © : All Rights Reserved

La pressione è un fattore essenziale di sicurezza e di longevità per i vostri pneumatici. Un gonfiaggio insufficiente o eccessivo possono avere conseguenze negative sulle loro prestazioni.

Pneumatici gonfiati male: quello che si rischia

 

Pressione giusta

La pressione è un fattore di sicurezza e di longevità per gli pneumatici. Deve essere controllata a freddo almeno una volta al mese. In caso di controllo a caldo, occorre aggiungere 0,3 bar alla pressione consigliata.

Pressione eccessiva (+0,5 bar)

Pneumatici gonfiati in modo eccessivo si usurano prematuramente al centro e la durata di vita dello pneumatico si riduce. Inoltre, la riduzione della superficie di contatto con il suolo comporta una perdita di aderenza che può essere pericolosa in curva o in frenata.

Pressione insufficiente (-0,5 bar)

Pneumatici gonfiati in modo insufficiente si usurano prematuramente alle spalle e la durata di vita dello pneumatico si riduce. Inoltre, lo schiacciamento dello pneumatico aumenta il consumo di carburante e rende meno efficace il drenaggio dell'acqua.

Pressione nettamente insufficiente (-1,5 bar)

Pneumatici gonfiati troppo insufficientemente possono provocare un incidente (il 20% degli incidenti sono legati allo stato degli pneumatici). Il loro surriscaldamento comporta un rischio elevato di esplosione. E a 130 km/h un'esplosione provoca generalmente la perdita di controllo del veicolo.

Con una pressione troppo elevata, il battistrada si incurva, riducendo la superficie di contatto dello pneumatico con il suolo. Questa deformazione ha diverse conseguenze:

  • l'usura più rapida della parte centrale dello pneumatico;
  • una minor aderenza, perché lo pneumatico resta meno "incollato" alla carreggiata;
  • un minor ammortamento delle asperità della carreggiata.

Al contrario, con una pressione troppo bassa, lo sforzo si riporterà sulle spalle dello pneumatico, che lavoreranno in modo anomalo. Anche in questo caso, ciò provocherà effetti negativi a cascata:

  • un'usura prematura a livello dello spallamento dello pneumatico;
  • un aumento anomalo della temperatura dello pneumatico, che può provocarne lo scoppio con conseguente perdita di controllo del veicolo;
  • una tenuta di strada alterata, in particolare su fondo bagnato;
  • un consumo maggiore di carburante.

Attenzione: il gonfiaggio con azoto non dispensa dal verificare la pressione degli pneumatici.

Consiglio: per una buona tenuta dello pneumatico, dopo aver controllato la pressione non dimenticate di rimettere in posizione i tappi delle valvole. E quando montate degli pneumatici nuovi ricordate di sostituirli.

Come controllare la pressione degli pneumatici?


La pressione deve essere controllata a freddo. Ciò significa che i vostri pneumatici non devono aver viaggiato da almeno 2 ore o devono aver viaggiato per meno di 3 km e a velocità ridotta. Se non avete il tempo di lasciarli raffreddare, aggiungete 0.3 bar alla pressione consigliata. Non sgonfiate mai uno pneumatico a caldo.

Qual è la pressione giusta?

Esempio di etichetta sulla portiera diun autoDiritti d'autore foto © : rezulteo

La pressione giusta è quella raccomandata dalla casa automobilistica. Le pressioni raccomandate (treno anteriore e treno posteriore) sono riportate nel manuale d'uso e/o su un bollino solitamente incollato sul montante della portiera del conducente, sul tappo del serbatoio o nel vano portaguanti. Rispettatele: sono il risultato di numerosi test condotti dal produttore dello pneumatico e dalla casa automobilistica.

Ogni quanto tempo va controllata la pressione degli pneumatici?

Gonfiaggio degli pneumatici in una stazione di servizioDiritti d'autore foto © : All Rights Reserved
La pressione degli pneumatici va controllata almeno una volta al mese e prima dei viaggi lunghi, soprattutto se si deve viaggiare in autostrada. Occorrerà correggerla se non corrisponderà alle raccomandazioni del produttore.

Consiglio: ricordate di verificare anche la pressione della ruota di scorta. Eviterete di avere cattive sorprese il giorno in cui dovrete usarla. Attenzione, se si tratta di un ruotino, la pressione raccomandata è nettamente più alta di quella di uno pneumatico ordinario. Può superare i 4 bar. Solitamente, la cifra esatta è riportata sul cerchione.

Il gonfiaggio degli pneumatici in inverno


Pannello di obbligo di pneumatici invernali o catene da neveDiritti d'autore foto © : ©istockphoto - ermingut
La temperatura dell'aria ha un effetto sulla pressione degli pneumatici. Più la temperatura è bassa, più bassa sarà la pressione misurata. Ecco perché in inverno si raccomanda di aggiungere 0,2 bar alla pressione di riferimento.


> Gli altri articoli della sezione Pneumatici invernali